100 cose da fare nel 2016

Il mio 2015 è stato un anno davvero intenso e bellissimo, con tanti cambiamenti: un marito, una nuova casa, un nuovo studio e un nuovo sito ma vedo tutto questo non come un arrivo ma come una meravigliosa partenza.
Ciò che ti auguro per il 2016 è che si avveri tutto ciò che desideri, te lo auguro sinceramente e affinché questo accada devi sapere esattamente in cosa speri e volerlo con tutto te stesso.
Per aiutarti a mettere nero su bianco le tue idee ho pensato ad un biglietto d’auguri un po’ speciale che puoi stampare per te ma anche regalare a qualcuno che consideri importante.
Si tratta di: “100 cose da fare nel 2016”

Per far succedere ciò che realmente desideri è necessario volerlo realmente
Per aiutarti a mettere nero su bianco le tue idee ho pensato ad un biglietto d’auguri un po’ speciale che puoi stampare per te ma anche regalare a qualcuno che consideri importante.
Si tratta di: “100 cose da fare nel 2016

Scarica il file

  1. Stampalo su un foglio dimensioni A4 fronte retro, se vuoi scegli una carta speciale.
  2. Piega il foglio in quattro. Se lo devi regalare puoi cercare una bella busta o chiuderlo con uno spago, un fiore (o un cioccolatino).
  3. Scrivi 100 cose che vuoi assolutamente fare nel 2016.

AliceMilani-100cose-da-fare
Ti lascio qualche aiutino, le 100 cose non devono riguardare soltanto grandi desideri, qualche esempio:

  • Dire a qualcuno che è importante per te
  • Bere una birra con un amico che non vedi da molto tempo
  • Godersi una cioccolata con una zia che ci terrebbe tanto
  • Iniziare a fare uno sport che rimandi da sempre
  • andare al cinema da solo
  • Leggere un libro che vorresti leggere da anni
  • Andare a mangiare nel tuo ristorante preferito
  • Promuovere un tuo lavoro in maniera orgogliosa
  • Vantarsi, per una volta, di essere davvero bravo in quello che fai

Io sto compilando il mio, è un po’ impegnativo ma quando mi sento scoraggiata mi metto obiettivi molto dolci come “mangiare una scatola di cioccolatini in 2 giorni”, l’obiettivo seguente può anche essere impegnativo tanto la carica ce l’ho!

Buon 2016!

Il mio nuovo studio

È con gioia e anche un po’ di emozione che ti parlo del mio studio. Io e Matteo ci siamo sposati il 1 giugno, ci siamo trasferiti nella casa nuova e appena possibile ci siamo allacciati alla rete internet. A questo punto avevo tutto il necessario per spostarmi a lavorare. Matteo e il mio papà mi hanno costruito il tavolo, un super tavolone fatto con tubolare in ferro verniciato e le tavole in legno avanzate dal tetto della nostra casa, per il resto dell’arredo mi sono affidata ad Ikea. Ora in un’unica stanza ho il mio pc, i raccoglitori con i documenti che riguardano i clienti, la mia attività e l’organizzazione della casa, i miei libri più tutta una serie di campioni di stampe, tipi di carta, fustelle, colori che ho acquistato con pazienza in tanti anni. Si sta benissimo!

Rimane un ultimo problema da risolvere: il cellulare non prende per niente, il che è un bene per la concentrazione, un male per quelle rare volte in cui ho effettivamente la necessità di telefonare.